Prontodentista.itProntodentista.it

Ricerca

Homepage


Pagina « 1 2 3 4 5 »

giovedì 2 9 ottobre 2015

ho fatto la panoramica e ce scritto diffuso riassorbimento del osso alveolare in quadro di paradontopatia involutiva avanzata aree di osteorarefazione periapicoradicolari in corrispondenza dei due residui radicolari al emiarcata inferiore destra Sto prendendo antibiotico augmentin per un dolore al lato destro ma non e gonfio. C'è una cura che posso fare oltre la paradontopatia che mi dicono possa causare problemi al cuore?

sarà molto importante andare ad una visita con un parodontologo che potrà valutare lo stato di salute dei suoi denti e dell'osso

mercoledì 2 1 ottobre 2015

Circa un anno fa, a seguito di un ascesso formatosi sul premolare superiore già devitalizzato ho dovuto effettuare il ritrattamento canalare. Terminate le sedute, il dentista mi consiglia di incapsulare il dente, data che le mie economie non erano rosee decido di optare per una corona in metallo-ceramica, questi due mesi. Ad oggi la gengiva attorno al premolare appare scura rispetto al resto della bocca. Cosa può essere?

E difficile una risposta senza vedere la lesione discromica. Potrebbe essere il metallo della corona che a seguito di corrosione galvanica libera ioni, ma le consiglio di consultare qualcuno.

mercoledì 2 1 ottobre 2015

ho un dolore appena tocco il dente( terzultimo contando anche quello del giudizio) non ho carie, ho provato a massaggiare da dentro e toccando dove c'è diciamo l'arco guancia-fine gengiava sentivo gonfio dentro e un dolore che si irradia allo zigomo. Cosa potrebbe essere?

Dalla descrizione sembra che si parli dell'arcata superiore. In assenza di carie , ci potrebbe essere un ascesso gengivale che va controllato da un dentista per eseguire un courettage locale.

mercoledì 2 1 ottobre 2015

Salve da circa dieci giorni avvertivo dei forti dolori gengivali su tutta la parte destra della bocca dopo i pasti ma a volte anche fuori poi da circa cinque giorni il dolore mi si era focalizzato su di un dente otturato ma non devitalizzato con conseguente ascesso e febbre a 37,5 ora facendo antibiotico keforal 1g e due tachipirine 500 al giorno mi si e alleviato ho fatto una lastra sul dente ma non presenta nessuna carie allora volevo sapere da cosa dipende questa patologia.. Può dipendere da un taglio con filo interdentale? O anche da una scheggia di cibo Attendo vostra risposta Cordiali saluti

Se la sua diagnosi di ascesso è corretta , potrebbe esserci un dente in necrosi che necessita di terapia endodontica . Per quanto possibile escludo che ci sia stata una lesione gengivale da filo interdentale, perche si sarebbe risolta in piu breve tempo. Adesso ci sarà da consultare un dentista per valutare la terapia.

martedì 1 3 ottobre 2015

sono un ragazzo molto attento all'igiene orale ( mi lavo i denti 4 volte al giorno e ogni volta utilizzo filo interdentale e colluttorio). A causa dello spazzolamento troppo energico (no malattia parodontale) ho una recessione gengivale degli incisivi inferiori che il mio dentista vorrebbe correggere con innesto gengivale. Volevo sapere se l'utilizzo di uno spazzolino elettrico può essere utile o dannoso per la mia situazione.

le manovre di igiene orale domiciliare possono aiutare, se corrette, a migliorare il quadro clinico di recessione gengivale. Una visita dallo specialista in parodontologia può aiutare ad inquadrare la recessione da lei osservata e valutare se è opportuno modificare le manovre di igiene domiciliare e quando valutare un innesto gengivale e la prognosi a lungo termine.

Pagina « 1 2 3 4 5 »

Indietro