Prontodentista.itProntodentista.it

Ricerca

Homepage


Pagina « 1 2 3 4 5 »

martedì 1 6 febbraio 2016

Ho 24 anni e da due anni la mia dottoressa mi ha dato un apparecchio mobile da tenere quando sono a casa e la notte. Deve correggere il problema di spazio che c'é tra i 4 denti centrali inferiori che sono separati da un piccolo spazio tra loro. Dopo quasi due anni mi trovo ancora con questi spazi nonostante io l'apparecchio lo porti quasi sempre. Sarebbe meglio passare ad un apparecchio fisso?

Se in due anni di terapia non è cambiato molto, allora vuol sicuramente dire che il mobile è inefficace. Se il fisso può risolvere il caso questo deve lasciarselo dire dal terapeuta. Quando tra i denti c'è più spazio del dovuto, bisogna capire bene cosa si ottiene a fine terapia. Per intenderci, se lei ha spazio tra gli incisivi, ed io riesco ad avvicinarli tra sè, poi questi nelle parti laterali saranno molto lontani dai denti posteriori, a meno che non si intenda lavorare su tutti i denti della arcata.

martedì 1 6 febbraio 2016

Vorrei sapere se in caso di malocclusione lieve (gli incisivi superiori sovrastano di qualche millimetro quelli inferiori e uno dei due è accavallato all'altro), l'unica possibilità di risoluzione sia l'estrazione dentale. Mi è stato proposto un semplice allineamento con apparecchio ma che non risolverebbe il problema e probabilmente causerebbe una recidiva in futuro. Oppure dovrei togliere due premolari superiori e mettere l'apparecchio fisso per due anni per risolvere la malocclusione? Mi domandavo quindi se ci fossero alternative all'estrazione. Ho 21 anni e i due denti del giudizio superiori formati ma non scesi.

Il problema delle estrazioni di denti sani allo scopo di fare spazio in una bocca è sempre molto sentito dai pazienti e questo è assolutamente comprensibile. Partendo dal presupposto che il mio consiglio non può avvalersi di un riscontro oggettivo quale la visita ed i modelli e le radiografie, io direi che se il suggerimento del collega arriva dopo una visita accurata ed un esame cefalometrico (un tracciato che si fa sulla radiografia laterale del cranio) ed una misurazione dei denti sui modelli in gesso, allora si non esistono alternative, e se vuole raddrizzare i denti l'unica strada è quella.

martedì 1 6 febbraio 2016

Ho un'agenesia degli incisivi laterali e due capsule sui canini laterali e 3 anni fa ho tolto l'apparecchio fisso dopo 2 anni e mezzo di cura. Il mio dentista non ha fatto la dovuta contenzione, credendo che non si sarebbero mai spostati i due incisivi nell'arcata superiore e invece è successo. Gli incisivi si sono riaccavallati un po'. E' possibile tornare a raddrizzarli con ortodonzia lingueale? Potrebbe succedere qualcosa agli impianti degli incisivi laterali, visto che sono molto vicini agli incisivi centrali?

Per fare ortodonzia linguale occorre che ci sia lo spazio per gli attacchi da montare dietro gli incisivi anche quando lei è a bocca chiusa. Questo non ho modo di saperlo. Comunque in teoria si può. Agli impianti non succede nulla, a differenza dei denti naturali NON possono cambiare posizione.

martedì 1 6 febbraio 2016

Ho un molare che è stato precedentemente curato, che mi è stato estratto e ricostruito come nuovo. Questa mattina mi sono ritrovata un pezzo mancante di questo dente. Mi è stato detto che ho anche i denti molto fragili e deboli. Com'è possibile a 21 anni? Come posso fare per evitare che questi si spezzino a distanza di poco tempo? C'è una terapia o esiste un intervento per impiantare un dente in cemento?

Purtroppo dalle sue informazioni non ho un quadro preciso del problema. Ho paura possa anche aver interpretato male qualcosa che le hanno detto. Mi dice che le è stato estratto un molare e ricostruito,ma questo non è possibile, se un molare viene estratto non può essere rimesso in bocca. Le suggerisco di chiarire meglio con il suo dentista le terapie svolte.

lunedì 0 8 febbraio 2016

Ho usato l'apparecchio correttivo per 3 anni e, dopo averlo tolto, il mio dentista ha messo sulla parte interna dell'arcata dentaria inferiore un pezzo di lama allo scopo di tenere dritti i denti. L' anno scorso il pezzo di lama mi è stato tolto per problemi alla lingua, ma quest'anno i mie denti si sono spostati un pò e stanno diventando di nuovo storti. E' possibile correggere questo problema con il bite?

Con il bite no. Il bite è una placca fissa che si usa per proteggere i denti ed al limite per mantenerne la forma, quindi facendolo ad esempio quando ha i denti dritti ed inserendolo tutte le notti a aiuta ad evitare che si spostino. Quello che può aiutarla a correggere il problema (e che assomiglia al bite) è un sistema di ortodonzia invisibile fatto con una serie di mascherine simili al bite che portate in sequenza spingono sui suoi denti fino a riportarli dove desiderato.

Pagina « 1 2 3 4 5 »

Indietro Fai la tua domanda